< TORNA A SFOGLIA

 

COME IL CANE SONO ANCH’IO UN ANIMALE SOCIEVOLE

liberamente ispirato a “La Peste Scarlatta” di Jack London
progetto e regia Massimo Navone
creazione collettiva di Massimo Navone, Emanuele Aldrovandi, Luca Cattani, Cecilia Di Donato, Marco Maccieri, Marco Merzi,  Angela Ruozzi
produzione Centro Teatrale MaMiMò

Nel 1912 Jack London scrive “La peste scarlatta”, uno dei primi prototipi di narrativa ‘post-apocalittica’. Ambientata nel 2070, la storia narra le conseguenze devastanti di un’epidemia di proporzioni mondiali che nel 2013 ha sterminato l’umanità, facendo regredire in breve tempo le condizioni di vita dei pochissimi sopravvissuti sul pianeta ad uno stadio semi-primitivo.
“La peste scarlatta”, nella curiosa coincidenza della sua ambientazione temporale con i nostri giorni e il nostro prossimo futuro, è un contenitore di temi e suggestioni di grande attualità. Ricreando attraverso il gioco del teatro alcune delle situazioni di maggiore intensità drammatica immaginate da London, gli attori chiederanno al pubblico di prendere posizione rispetto a dinamiche relazionali, reazioni emotive, scelte strategiche, e saranno pronti a sviluppare l’azione in un senso o in un altro in base alle risposte ricevute. Lo spettacolo non è un adattamento teatrale del racconto ma un’esperienza partecipata, una ‘performance letteraria’  interattiva, imprevedibile e originale.